domenica 28 ottobre 2012

Il Canada, librerie e … (scrap)shopping

Capitolo a parte ma necessario (e poi vi garantisco che chiudo per sempre il capitolo Canada se non per mostravi l’album scrap) è quello delle librerie canadesi.. Per noi è stato quasi come visitare una “quinta città”!! Partiamo da questa foto…
2012-08-24 11.29.52
Voi direte..eh beh, certo..è una libreria… non occorre che vai dall’altra parte del mondo..basta che vai a Milano alla Mondadori… Ok ok, prendetemi in giro! In realtà questo è solo il secondo piano della libreria Indigo di Toronto, dentro un centro commerciale.... o almeno, qui vedete quello che del secondo piano sono riuscita a fare entrare nella macchinetta…  Dietro di me c’era uno Starbucks… e tutto intorno scaffali e scaffali interminabili di libri…al piano di sotto un’edicola gigantissima, altri libri e un sacco di articoli di cartoleria.. 
2012-08-24 15.54.38 
Come vi mostra mio marito (e le persone dietro), qui è possibile sedersi e leggere i libri e giornali, e nessuno ti impedisce di farlo, e nemmeno ti impedisce di berti assieme un cappuccino e mangiare un panino, e navigare su internet gratuitamente.. Ho visto studenti studiare, prendere appunti e fotografare le pagine.. una sorta di biblioteca insomma!
Vi assicuro che gli scaffali sono pieni zeppi di libri, quasi straboccano e tutta questa atmosfera ti fa venire veramente voglia di leggere! (e questa voglia ce l’ho ancora addosso!)
Qua siamo a Toronto, ma anche nelle altre città abbiamo trovato librerie così… e nonostante i libri fossero in lingua, ogni volta entravamo quasi ansiosi di vedere se c’era qualche novità.. e soprattutto per ricaricare le pile dopo le nostre lunghe camminate…
Ecco la libreria vista da fuori..
2012-08-24 13.46.02
E tanto per farvi capire eccovi i tre scaffali di Crafts & Hobbies..(cucito, patchwork, crochet e… rullo di tamburi…si, anche scrapbooking!!)
2012-08-24 11.31.32
E per caso volete sposarvi?? Eccovi una piccola sezione di tre ripiani di soli Wedding planner… incredibile no?
2012-08-24 11.26.39
E già che ci sono, non posso chiudere il capitolo Canada senza parlarvi del mio scrap shopping.. (anche oltreoceano non ho dimenticato la mia passione..anzi!!)
Il mio primo incontro è stato… casualmente in una corsia di un supermercato..esattamente la catena del Wallmart!! Eravamo entrati perchè pensavamo fosse un negozio di elettronica…
DSC_3507 cellulare 2
Ed invece mi sono trovata a mettere le mani nelle carte della DCWV, punch di Martha Stewart e fustelle per la cuttlebug… mentre nella corsia a fianco c’erano i detersivi! Ho pensato che è una gran fortuna che nei nostri super non ci siano queste corsie..altrimenti chi la fa più la spesa?
Inoltre in Canada esiste una catena di negozi creativi di nome DeSerres..  Li ho trovati praticamente in ogni città e vi garantisco che sono un gran paradiso perchè ci sono i materiali per tutti gli hobbies possibili e immaginabili.. una concezione di negozio che non ho mai visto in Italia.. (Se c’è, per favore ditemelo!). Qui sono rimasta quasi stupita nel trovare prodotti della Toga e Aladine.. ma ovviamente il Quebec è francese.. Sapete che c’era anche la corsia del cake design? Se qualcuno di mia conoscenza l’avesse vista sarebbe ancora là!!
Poi a Quebec City passeggiando per il centro mi sono imbattuta in un negozio chiamato “Brico Deco”, dove all’interno ho trovato una corsia di scrap.. Tantissimi timbri della Penny Black, blocchi di carte e..incredibile, delle confezioni da 1 dollaro con dei ritagli di pattern di ogni colore!
Per ultimo, ma non per importanza, l’unico negozio di solo Scrapbooking: Bizzy B’s Stamp And Scrap a Toronto!
DSC_4344Negozio di periferia, ma perfetto perchè di fronte ad uno Starbucks e di fianco a Pizza Hut! All’interno ho trovato in gran parte materiale di Tim Holtz, ma come vedete dalla borsa ho trovato ugualmente qualcosa da comprare!
Cosa dirvi… un ringraziamento particolare a lui, che invece di starsene nello Starbucks a sorseggiare un cappuccino o fuori ad aspettare, è sempre entrato con me, consigliandomi e a volte obbligandomi a comprare… a lui che ha saputo dirmi esattamente quale misura di punch EK mi mancasse… (mentre io non lo ricordavo proprio..)Eccolo qua..…
DSC_270755
Il grazie è anche per aver guidato per tutto il viaggio, capito il funzionamento di tutte le fermate dei metrò…aver tenuto in mano le piantine delle città sapendo benissimo da che parte andare... insomma..grazie per essere il compagno di viaggio e di vita perfetto.. (Dai, quando ci vuole ci vuole no??)
E con questo chiudo definitivamente la mia esperienza candese.. Tutti mi hanno chiesto come è andata..e vi dirò, non vi nascondo che a tratti è stata difficile! E’ stato il nostro primo viaggio “da soli”, senza l’appoggio di nessuno.. Siamo stati veramente bravi a superare certi momenti, perchè 15 giorni sono tanti, e non è sempre facile andare dall’altra parte del mondo, girare quattro città totalmente diverse  e riuscire a farsi capire, specialmente se hai imparato la loro lingua a livello scolastico. Sembra incredibile, ma spesso ci si imbatte in problemi che sembrano assurdi, tipo come fare benzina, quanta mancia dare, come funzionano semafori e autostrade a pagamento, a come trovare parcheggio, come usare la metropolitana, persino a prendere un semplice caffè…ma il bello del viaggiare è proprio questo! Spero di non avervi annoiato e se avete qualche domanda scrivetemi pure!

10 commenti:

  1. Wow...da sognarseli posti cosi qui!!!=) ehi, ma manca la cosa più importante...lo scrap bottino...=P
    E bravo Ale!!!=D

    RispondiElimina
  2. Da lacrimuccia..prego mio amore...

    RispondiElimina
  3. Ma .... La prossima volta mi porti con te?????? Bacio

    RispondiElimina
  4. uh fantastico Lili. Guarda noi non siamo mai stati così lontano ma i 2 viaggi da soli in auto (scandinavia e bretagna+normandia) sono stati splendidi, anche lì 16 giorni non è facile per piccoli imprevisti come dici tu comunque da superare in qualche modo. E' capiato che ci avessero dato l'indirizzo sbagliato di un hotel già prenotato e pagato, come se sul vaucher ci fosse stato scritto Verona invece era Somma Campagna (cito a caso) sai che delirio poi trovarlo? Immagina l'elenco degli hotel entrando in città e non trovare il nome... Quando ci ripensi ridi, ma durante un po' meno ecco. Bellissimo viaggio il vostro, bravissimo marito pure il tuo dai.
    In quanto alla scrap corsia uhm sarebbe un vero devasto!! A presto!!!

    RispondiElimina
  5. Wow, che dichiarazione d'amoreeeeeeeee ♥♥♥

    RispondiElimina
  6. ecco il mio commento me l'ha rubato Chiara! bella la libreria, ma bella anche la corsia scrap nel supermercato!!

    RispondiElimina
  7. Che libreria da sogno!!!! Al massimo io sono andata alla Lovat di Villorba!...avrei comprato sicuramente degli albi illustrati.
    Che dire delle corsie scrappose? meglio non dire niente...se ci fossero qui andrei a fare la spesa tutti i giorni.
    Direi che se Alessandro ti ha sempre seguita in tutti i negozi è veramente un uomo paziente ed innamorato.
    bacione da lea

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia.. questi viaggi devono essere un'esperienza fantastica.. chissà se prima o poi ci riuscirò anch'io..
    Che posti stupendi.. che negozietti strepitosi.. e.. che maritino!!!
    Vivi la tua favola Lidia.. te la meriti tutta!!! E.. stupende le parole per tuo marito.. BRAVA!!!

    RispondiElimina
  9. Che bellissima esperienza!! Io sono stata in south africa, un viaggio stupendo, ma non ovviamente nn ho trovato negozi di scrap. Cmq noi eravamo in un gruppo di xsone con la guida ma un giorno abbiamo deciso di girare cape town da soli...che fatica ma grazie a mio marito che hafatto le stesse cose del tuo marito abbiamo passato una bellissima giornata piena di shopping ( qnd sei con la guida ti danno solo 10 min x girare da soli) quindi complimenti per la vostra avventura in Canada!! Ciao un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Wow....deve essere stata una vacanza meravigliosa.....qui il reparto scrap nel supermercato ce lo sogniamo solo......
    Samantha

    RispondiElimina